MERAVIGLIOSI NARCISI E TULIPANI … ECCO COME COLTIVARLI!

MERAVIGLIOSI NARCISI E TULIPANI … ECCO COME COLTIVARLI!

Continuiamo il nostro viaggio nel fantastico mondo dei bulbi autunnali. Ne abbiamo parlato in precedenza in termini generali (leggi l’articolo) e abbiamo imparato a conoscere gli iris, i giacinti e i crocus (leggi l’articolo).

Oggi parliamo invece di Tulipani e Narcisi, fiori stupendi ma sempre economici e facilissimi da coltivare!

Ti ricordo che i bulbi di cui parleremo sono acquistabili sul nostro e-shop cliccandi qui.

Se vuoi rendere più praticol il lavoro di piantumazione dei bulbi procurati un trapiantatoio cliccando qui.

I TULIPANI

Sono tra le piante bulbose più conosciute ed esistono circa 150 specie ma in giardino vengono proposte le varietà ibride. I colori sono moltissimi dal bianco al giallo,arancione,rosso, rosa, malva e anche nel nero, e in molte sfumature e venature di colori differenti. Le foglie è di un verde intenso e può contenere venature porpora o argento. I bulbi sono di medie e grandi dimensioni e producono ognuno un singolo stelo ed un singolo fiore.  Si interrano 3 volte l’altezza del tulipano e bisogna lasciare almeno 10 cm tra un bulbo e l’altro. Il tulipano può raggiungere dai 20 ai 50 cm di altezza a seconda della specie.

MESSA A DIMORA: viene fatta da ottobre a dicembre anche se una piantumazione precoce è preferibile per un migliore radicamento. Amano un terreno fresco e profondo, abbastanza drenato, evitando i ristagni acquosi. Alla terra da giardino aggiungi un terriccio universale (compralo qui), poca sabbia e poco stallatico (compralo qui) per aumentare i sali minerali. Posizionali o a pieno sole o a mezz’ombra.

BAGNATURE: Annaffia solo quando il terreno è asciutto e nel periodo di sviluppo dei germogli e dei fiori. Puoi applicare un fertilizzante a fine inverno e a fine fioritura, clicca qui per acquistarlo.

MANUTENZIONE: Sono piante adatte all’inselvatichimento e possono essere lasciate per anni nel medesimo terreno di partenza. Hanno un ciclo vegetativo molto breve e necessitano quindi di poche cure. Puoi dissotterrare i bulbi in autunno conservandoli in un luogo fresco e asciutto sino all’autunno successivo quando potrai interrarli di nuovo. Non eliminare o tagliare lo stelo dopo la sfioritura ma mantienilo, anche se antiestetico, per evitare la perdita di vitalità; taglialo solo quando è completamente secco.

PROPAGAZIONE: I tulipani si possono riprodurre per bulbilli ma anche per seme, anche se la maggior parte degli ibridi in commercio sono ibridi sterili e quindi non producono semi fertili.

I NARCISI

Sono piante bulbose più diffuse in coltivazione e presenti anche allo stato selvaggio in natura; le specie commercializzate sono prevalentemente ibridi, selezionati per colori e grandezza dei fiori e per profumo. La pianta raggiunge dai 25 ai 30 cm di altezza e i fiori sbocciano singolarmente o a volte riuniti in più esemplari. I colori dei narcisi selvatici sono bianco o giallo, mentre gli ibridi possono essere rosati e aranciati. Le foglie sono verde chiaro e a volte verde-azzurro.

Il suo nome deriva dal greco narkào (“stordisco”) e fa riferimento al suo profumo penetrante; viene infatti molto utilizzato nell’industria profumiera.

MESSA A DIMORA: Vanno messi a dimora in tardo autunno, massimo in gennaio, per evitare gelate che possono essere pericolose. Interra dai 10 ai 20 cm di profondità. Pianta i bulbi in gruppetti da 5/10.

Sia i fiori che le foglie contengono narcisina, un veleno che provoca disturbi neuronali e infiammazioni gastriche e, se non affrontato, può provare la morte in meno di 24 ore.

TERRENO: Il terreno ideale è basso contenuto di carbonio e molto soffice, evita i terreni torbosi.

CONCIMAZIONE: Somministra un concime ricco di fosforo e potassio durante la fioritura e nel periodo immediatamente succesivo. In autunno invece utilizza un fertilizzante povero in azoto per rinforzare il fusto e le radici. Trova qui il concime adatto.

BAGNATURE: Annaffia frequentemente nel periodo di sviluppo delle foglie, circa ogni 15-20 giorni; non ha bisogno di acqua in autunno e in inverno poiché si trova in riposo vegetativo. Attraverso la fotosintesi clorofilliana il bulbo immagazzina tutto ciò che gli servirà nell’anno successivo.

MANUTENZIONE: Cura il fogliame dei tuoi narcisi anche quando i fiori sono appassiti e solo quando le foglie si seccheranno naturalmente potrai dissotterrare i bulbi, rimuovendo i bulbilli più piccoli, che possono togliere forza al bulbo madre. Puoi aiutare la pianta con un concime a lento rilascio.

Puoi partire con la messa a dimora di una bella aiuola di tulipani e narcisi! Che aspetti???

Lascia un tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>