Cosa fa il giardiniere nel mese di agosto

Cosa fa il giardiniere nel mese di agosto

Ad agosto, ancora più che a luglio, la temperatura mette a dura prova il giardino, è tempo di rinvigorire le piante!

Se possiedi un orto inoltre dovrai già iniziare ad occuparti della preparazione del terreno, in vista della semina di nuove colture invernali e primaverili.

 

La manutenzione del prato

Come prima cosa elimina le erbe infestanti: se ve ne sono poche e non vuoi utilizzare un diserbante specifico puoi procedere eliminandole manualmente una ad una, facendo attenzione a rimuovere completamente le radici.

Il manto erboso va arieggiato e, se occorre, rinnovato con le apposite sementi.
Una volta la settimana, la sera o quando è nuvoloso, annaffia il prato per almeno un paio d’ore consecutive.

Nel laghetto dirada le piante e controlla il livello dell’acqua: se necessario porta a livello utilizzando preferibilmente acqua piovana.

 

Piante e fiori, aiuole e cespugli

A causa della temperatura elevata le aiuole hanno più che mai bisogno di acqua: annaffiale abbondantemente evitandole ore più calde della giornata, quando gli sprechi sono maggiori e vi è il rischio di ustioni sulle foglie.
Fai attenzione soprattutto a mantenere ben irrigate le nuove piante, specialmente nei periodi di maggiore siccità: una irrigazione approfondita saltuaria è di gran lunga più efficace di bagnature frequenti e leggere.

Tutte le siepi possono ancora essere potate: metti in ordine le sempreverdi sistemando i getti laterali verso l’alto in modo che la base della siepe non rimanga in ombra.

E’ tempo di potare anche le conifere e le piante aghiformi, oltre che cimare i rampicanti sempreverdi come il gelsomino, il caprifoglio e l’edera.
Taglia gli arbusti di lavanda e sistemali in modo da ottenere una forma ordinata.

Poni vicino alle dahlia dei robusti paletti e legale intorno per assicurare una buona crescita.

Pota le rose rampicanti subito dopo le fioriture.
Se sei amante degli impianti, è il momento giusto per ottenere talee dagli arbusti di rosa.

Raccogli i fiori di buddleja per promuovere nuove fioriture.
Alla fine del mese inoltre puoi impiantare i bulbi di crocus nel prato, in aiuole incolte o in vaso.

 

L’orto e gli alberi da frutto

Per tutto il mese potrai con soddisfazione continuate la raccolta di zucchine, pomodori, melanzane, zucche, fagioli e fagiolini, peperoni, cetrioli, patate, cavoli cappucci e cavoli verza, cicorie, carote, meloni ed angurie, cipolle e scalogni, lattughe… e chi più ne ha più ne metta!

Raccogli le zucchine quando sono ancora piccole e tenere: saranno più saporite e la pianta continuerà a produrne.
Tieni sotto controllo le patate: in questo periodo germogliano facilmente e, visto che durante la germogliazione il contenuto in solanina aumenta, la loro ingestione potrebbe provocare qualche disturbo.

Per quanto riguarda i pomodori: una volta che le piante hanno prodotto almeno 4 palchi fiorali cimane i getti principali. Questo accorgimento ti consentirà di ottenere frutti di regolare pezzatura.

Inizia a trattare il terreno in cui seminerai le colture autunnali: vanga il terreno e concimalo con humus e materiale organico.

Puoi iniziare a seminate la bietola rossa, per ottenere una coltura utile e colorata che durerà dall’autunno fino a primavera.
Verso la fine del mese inoltre, se le condizioni climatiche lo permettono, è possibile iniziare a seminare anche la rucola, lo spinacio invernale ed il cavolo precoce.

Raccogli le pannocchie di mais dolce quando iniziano a virare di colore: accendi il forno e buon appetito!

Lascia un tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>