FRUTTO DEL DRAGO: HYLOCEREUS UNDATUS

FRUTTO DEL DRAGO: HYLOCEREUS UNDATUS

 La pianta di Hylocereus Undatus appartiene alla famiglia delle cactacee ed è originaria del Messico e del Guatemala ma è coltivata in diversi paesi asiatici, viene anche chiamata Pitaya rossa. È una rampicante tentacolare epifita che in natura vive su altre piante che hanno funzione di sostegno, infatti anche nella coltivazione domestica necessita di sostegni strutturali.

Qui puoi acquistare la tua pianta di Hylocereus Undatus!

La sua struttura è ricadente o rampicante e presenta un fusto cilindrico dal diametro di 10-12 cm, rivestito di areole con al centro spineHTB13.wiGFXXXXcZXFXXq6xXFXXXk biancastre. Il fusto è ricoperto da uno strato ceroso per ridurre la traspirazione, permettendo alle radici superficiali di diventare robuste.

 L’Hylocereus produce frutti commestibili conosciuti come “Frutti del Drago”, dalla scorza color rossa, ricoperta da lingue verdi allungate, e dalla polpa bianca con numerosi semi neri commestibili. La sua forma è tondeggiante ed ha un gusto dolce e delicato, ha pochissime calorie ed ricco di acqua, di Sali minerali e antiossidanti.L’Hylocereus produce fiori dai petali bianchi,verdi o gialli, che possono raggiungere i 30 cm di grandezza; fioriscono solo di notte e sono impollinati da pipistrelli e falene. Nelle zone tropicali, dove il clima è ideale, possono affrontare più periodi di fioritura durante l’anno, mentre nelle zone temperate la fioritura inizia a tarda primavera.

ESPOSIZIONE: questa pianta gradisce una posizione molto luminosa ma non dev’essere esposta al sole diretto. 

TEMPERATURE: generalmente resiste a temperature basse ma il freddo prolungato può danneggiare la pianta, per questo, con l’arrivo del freddo,si consiglia di portarla all’interno di locali illuminati o di coprirla con plastica trasparente.

 ANNAFFIATURE: l’apporto di acqua dev’essere regolare nel periodo estivo, per permettergli una produzione continua.

 TERRENO: l’Hylocereus necessita di terreni ben drenati,  gli stessi utilizzati per le piante grasse, come i cactus.

 MOLTIPLICAZIONE: la moltiplicazione può avvenire per seme.

 CURIOSITA’: la Pitaya si può consumare in purezza, estraendo la polpa con cucchiaino o anche condita con zucchero e limone.

dragon-fruit-frutto-drago-benefici

È un ottimo e fresco dessert, utilizzato anche per la preparazione di cocktail o per una succosa bevanda chiamata “Agua de Pitaya”.

Utilizzando la buccia si possono preparare marmellate o gelatine; inoltre, essiccando i suoi fiori, si possono preparare ottimi infusi.La polpa e i fiori possono essere bolliti come verdure da contorno per pesce e carne.

 

 

 

Lascia un tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>