FORSYTHIA o FORSIZIA

FORSYTHIA o FORSIZIA

La Forsizia è un arbusto rustico che appartiene al genere Forsythia, nella famiglia delle Oleaceae, è originaria dell’Asia orientale. È una pianta fiorita decidua.

 Qui puoi trovare la Forsythia!

I suoi rami hanno corteccia color marrone-grigiastra e aspetto ruvido.

Le sue foglie hanno margine liscio oppure seghettato, non superano i 15 cm di lunghezza e i 2-8 cm di larghezza, assumono diverse colorazioni a seconda della stagione.

La sua particolarità sta proprio nei fiori, che spuntano sui rami prima dell’apertura delle gemme fogliari, hanno un intenso color giallo brillante e sono i primi fiori a sbocciare alla fine dell’inverno, infatti ci avvisano dell’aumentare delle temperature e dell’arrivo della primavera.

Verso il termine della fioritura alcune foglie iniziano a spuntare, e successivamente compaiono i frutti che contengono semi alati, dispersibili a grandi distanze.

Generalmente non supera i 1-3 m di altezza anche se in pochi casi può raggiungere anche i 6 m.

La Forsizia viene utilizzata in parchi, giardini, balconi e bordure stradali per l’allegro colore della sua fioritura.

forsizia_NG1

ESPOSIZIONE: la Forsizia gradisce le posizioni a pieno sole, infatti se collocata in zone ombreggiate la sua fioritura sarà scarsa o assente. Non teme particolarmente i venti anche se, ponendola in zone dove il vento è forte, potrebbe avere una fioritura meno rigogliosa.

TEMPERATURA: è una pianta molto rustica che può sopportare fino a -15 o -20°C e oltre i 35-40°C.

 TERRENO:  la Forsizia non ha bisogno di substrati particolari ma se questo è ricco e ben drenato, si sviluppa al meglio.

ACQUA: è una pianta che teme molto il ristagno idrico, rispetto alla siccità, per cui va annaffiata più frequentemente e con misurazione.

 CONCIME:  non richiede particolari concimazioni ma è consigliato somministrarne uno a lenta cessione una volta all’anno.

POTATURA: la potatura dev’essere effettuata a fioritura terminata, spuntando i rami che portavano i fiori ed eliminando quelli secchi che non portano gemme.

MESSA A DIMORA: il periodo migliore per  la messa a dimora è nei mesi primaverili o autunnali.

La Forsizia può essere coltivata anche in vaso, utilizzando contenitori capienti di almeno 40-50 cm di diametro, poiché il suo apparato radicale è esteso. Si consiglia un rinvaso ogni anno, con maggiori concimazioni e annaffiature.

 RIPRODUZIONE:  la sua propagazione può avvenire col metodo della talea semilegnosa, al termine della fioritura, oppure per margotta.

PARASSITI E MALATTIE:  la Forsizia è una predea delle larve di lepidottero, per questo è opportuno effettuare dei trattamenti preventivi con prodotti antiparassitari contro afidi e acari. Può essere attaccata dal mal bianco.

CURIOSITA’: in estremo Oriente i suoi rami sono utilizzati per produrre archetti per suonare l’ajaeng, un tipico strumento a corde.

In Cina la specie Forsythia suspensa è annoverata tra le 50 essenze fondamentali dell’erbologia cinese.

 

 

Lascia un tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>