Come prendersi cura dei fiori freschi

Come prendersi cura dei fiori freschi

Il modo più rapido per dare una nota di fragranza e colore alle pareti domestiche è di certo comporre un bel vaso di fiori freschi. Ma se temi che altrettanto rapidamente la novità possa svanire… continua a leggere: sono pochi e semplici gli accorgimenti per godere a lungo del loro fascino!

 

 

Come recidere i fiori da giardino

I fiori vanno raccolti presto al mattino: in questo modo infatti gli steli saranno ricchi di umidità ed appassiranno con meno facilità.
Per reciderli è bene utilizzare cesoie affilate, un coltello pulito o qualsiasi attrezzo col quale  si riesca a praticare un taglio netto: schiacciare o comunque danneggiare i gambi infatti può precludere al fiore il corretto assorbimento dell’acqua.

Cercando di non deturpare l’aspetto generale della pianta, scegli un fiore con un gambo lungo e recidi con taglio netto, in prossimità di una gemma rivolta verso l’esterno. L’importante è non lasciare mozziconi malamente lacerati: essi sono infatti pericolosi sia per l’uomo, che vi si può ferire, sia per la pianta, più vulnerabile alle malattie.

Ti consiglio di scegliere fiori che ancora devono sbocciare, in modo da poterne godere per un buon periodo di tempo: essi infatti continueranno la loro fase di sviluppo all’interno del vaso e tu potrai godere della loro bellezza più a lungo.

Quando raccogli i fiori immergili in acqua il prima possibile!

 

Acquistare correttamente i fiori

I fiori freschi recisi soffrono le correnti d’aria ed il freddo eccessivo: in queste giornate meglio quindi non acquistarli presso quei rivenditori che li lasciano esposti alle intemperie. In qualsiasi caso, dopo l’acquisto trasportali avvolti in fogli protettivi, in modo che si conservino al meglio.

 

La condizionatura

La condizionatura è il termine utilizzato per indicare il trattamento a cui deve essere sottoposto un fiore reciso (o un rametto di fogliame) prima di essere utilizzato nelle composizioni.

I gambi recisi assorbono l’aria, la quale forma una vera e propria ostruzione che impedisce il massimo assorbimento d’acqua.
Quello che devi fare è eliminare questo “tappo impermeabile” regolando la base del gambo e riponendo immediatamente i fiori in acqua tiepida, immergendoli fino alla base del calice.
Procedi in questo modo: elimina gli ultimi 2-4 cm di ogni stelo con un taglio che sia netto e il più obliquo possibile, esponendo così all’acqua una maggiore superficie.
Elimina inoltre le foglie non necessarie e lascia i fiori nel catino, al fresco, per almeno 2 ore (in realtà 24 ore sarebbero l’ideale).

 

Alcuni accorgimenti particolari

Se hai scelto fiori dal fusto legnoso (ad esempio i crisantemi), i consigli precedenti non sono sufficienti. Per favorire l’assorbimento d’acqua di questi esemplari oltre alla condizionatura devi procedere aprendo gli ultimi 5 cm di gambo: adagiali su una superficie piatta e pestali con il martello.

I fiori a stelo cavo, come la speronella, a volte necessitano di aiuto per mantenere l’acqua: capovolgili, riempili con acqua tiepida e chiudi il foro con un piccolo batuffolo di ovatta.

I fori dell’euforbia, le pervinche, i papaveri e le dalie secernono una sostanza vischiosa, simile alla linfa, che può ostruire lo stelo fino ad una certa altezza: appena tagli il gambo passa la zona del taglio sopra una fiamma e subito dopo riponi in acqua.
Se i fiori hanno comunque un aspetto sofferente, tonificali immergendo lo stelo in tre cm di acqua bollente per almeno un minuto e poi riempi il catino di acqua fredda fino al bordo, lasciandoli in semi immersione per alcune ore.

 

Realizzare e mantenere la composizione

A questo punto l’ultimo passaggio è comporre i fiori all’interno del vaso: largo spazio alla creatività!

Per assicurare lunga vita ai tuoi fiori non far mancare loro una giusta dose d’acqua: sostituiscila immediatamente quando è sporca, o quando i fiori iniziano a scolorire.
Lava frequentemente il vaso con candeggina, per evitare il rischio di imputridimento.

In commercio esistono degli additivi antibatterici e nutritivi per conservare i fiori recisi, da usare nella prima acqua usata per la composizione: puoi ottenere un effetto simile aggiungendo un cucchiaio di candeggina ad un litro di limonata (acqua+limone+zucchero).
Fai attenzione: per evitare pericoli inutili ricordati di gettare il tutto dopo l’utilizzo!

 

Colloca il vaso in un luogo luminoso, lontano da correnti d’aria e dal sole diretto.
Nebulizza acqua giornalmente et… voilà, il gioco è fatto!

Lascia un tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>