BERBERIS: CURA E COLTIVAZIONE

BERBERIS: CURA E COLTIVAZIONE

Il genere Berberis conta più di centinaia di specie provenienti dalle zone temperate di tutto il mondo, il suo nome deriva dall’arabo e significa “splendente, brillante” per via delle sue foglie molto lucenti.

Scopri tutte le varietà di Berberis sul nostro negozio online.

Si parla di arbusti di diverso tipo che non superano i 150 cm in altezza e vengono utilizzati come siepi, mantenendo una distanza di 40-100 cm tra un esemplare e l’altro.

 Il Berberis ha foglie molto piccole e spesso caduche. In primavera produce fiori giallo oro molto piccoli ma vistosi, a cui seguono bacche rosse o nere commestibili, impiegate per la preparazione di marmellate o messe sott’aceto. I frutti sono molto acidi perché contengono molta vitamina C.

I fusti sono molto ramificati e hanno spine molto appuntite.

berberis admirationok.jpg

È una pianta rustica che si adatta bene al caldo e al freddo, sino a -20°C. Gradisce una posizione ben luminosa e soleggiata ma resiste anche in mezz’ombra.

Gradisce un terreno sciolto e drenato, se il terreno si presenta troppo pesante usare terriccio universale mescolato a poca sabbia o pietra pomice per aumentare il drenaggio.

Si può concimare aggiungendo dello stallatico (o un qualsiasi concime organico) alla base del fusto a metà novembre. Dalla primavera all’autunno concimare 2/3 volte con concime chimico minerale

Sopporta molto bene le potature, ecco perché è l’ideale per le siepi.

Ponilo a dimora in autunno per godere della fioritura primaverile.

I berberis più diffusi in Italia sono il vulgaris, detto Crespino e il berberis thunbergii, con molti ibridi da lui derivati.

Si propaga per mezzo di seme o talea.

È un arbusto molto resistente ai parassiti, possono verificarsi attacchi da parte di afidi o di ruggine, che puoi sconfiggere con specifici prodotti fitosanitari.

Lascia un tuo commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>